RUM RHUM RON ! Siediti e rilassati e vivi una esperienza completa su questo magnifico distillato: prendi un sigaro (se fumi) e un bicchiere di rum e goditi il racconto! Nel post di domani vedremo il proseguo del racconto..

Il RUM: quando e come nasce?

Si narra che nel 1600 a Martinica (isola caraibica) un frate iniziò a produrre acquavite con canna da zucchero, utilizzando un alambicco simile allo “Charentaise” che si usa per produrre il Cognac. Il Rum divenne subito una bevanda consumata dai pirati e dai corsari locali. Si utilizzava il Rum come merce di scambio con l’Africa per ottenere gli schiavi da portare in America … Arriviamo poi all’epoca del Proibizionismo (1919-1933) dove il rum visse un boom di domanda dai locali e dai turisti in fuga che trovavano in Giamaica e a Cuba 🇨🇺 locali dove poter consumare alcol serenamente. Proseguendo nel tempo, il rum venne introdotto nel mercato americano illegalmente attraverso delle figure chiamate “RUM RUNNER” e veniva impiegato in miscelazione per la creazione di fantastici cocktail nei famosi locali “Speakeasy”.

La fine del Proibizionismo portò ad una nuova era, la “Tiki Era” caratterizzata dalla nascita di molti locali in stile caraibico dove si serviva Rum in miscelazione, creando fantastici cocktail. Ci fu poi un personaggio storico che fece da testimonial al prodotto rum, chi fu? Lo scrittore Hemingway! Restò a Cuba per un periodo negli anni 50’ per scrivere “Il vecchio e il mare” e mentre scriveva aveva pur bisogno anche lui di una fonte di sostentamento … Fu così che Hemingway riportò alla luce due cocktail storici a base di rum: il Mojito e il Daiquiri. Se si visita La Floridita – Havana, Cuba a Cuba, si trova appoggiata al bancone del bar una statua di Hemingway… Beh l’ho sempre detto che è una tra le mie terre preferite 😍

 

 

 

 

E per finire con il RUM,  proseguiamo con la materia prima che gli dà origine: lo zucchero di canna!

La canna da zucchero nasce in Nuova Guinea nel 4000 a.C. e con il tempo arriva anche nel bacino del Mediterraneo, dove ha il piacere di incontrare niente popo di meno che il sig. Cristoforo Colombo! Quest’ultimo, amante delle Americhe e praticante viaggiatore, decise di trasportare (tra le tante cose che esportò 🤣) la canna da zucchero fino in America 🇺🇸, diffondendosi soprattutto la produzione di essa a Santo Domingo, in Jamaica e in Brasile . Il Brasile è tutt’oggi il maggior produttore di zucchero di canna al mondo ed esporta in Europa.

 

 

 

 

Infine per terminare con il Rum, elenchiamo velocemente le fasi di distillazione:

 

FERMENTAZIONE che è un processo biochimico che si ottiene fermentando la materia prima

DISTILLAZIONE con un processo fisico si eleva il grado alcolico del distillato

INVECCHIAMENTO il rum viene fatto invecchiare in botti di rovere americano di 2° passaggio usate prima per invecchiare il whisky

MISCELAZIONE viene poi fatto passare attraverso una melange di botti

IMBOTTIGLIAMENTO infine il rum si imbottiglia, riducendo il grado alcolico prima di completare il suo imbottigliamento.

Ora godetevi pure una degustazione del rum completa, conoscendo la sua storia, la tecnica produttiva e il suo inconfondibile gusto…

 

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? SCOPRI ANCHE GLI ALTRI DEL MAGAZINE CLICCANDO QUI!!