Rimboccati le maniche, prendi tutto l’occorrente che oggi si lavora per la preparazione del bitter fatto in casa, si parte!

Se ti sei perso/a l’articolo che raccontava i cenni storici e le tipologie di bitter puoi leggerlo CLICCANDO QUI:  “Le tipologie di bitter”

 

 

Di cosa hai bisogno per la produzione del bitter? 

 

I botanicals (Agenti amari o aromatici)

Un alcolico tra i 40° e i 70° gradi (whisky, whiskey, vodka..)

Dolcificante opzionale (caramello, miele, sciroppo di zucchero, melassa)

Acqua distillata se vuoi diluire l’alcolico

Barattoli ermetici di vetro

Panno di tela o un colino a maglia metallica

Bottiglia per imbottigliare il bitter finale

Etichette

 

 

Iniziamo la procedura!

 

  • Per prima cosa si scelgono tra le infinità di erbe, cortecce, scorze, radici, foglie e spezie che si vogliono utilizzare per creare il nostro bitter. Utilizza prodotti interi e non in polvere. 

 

Di seguito un breve elenco: 

Agenti Amari

Radice d’Angelica

Radice di Bardana

Foglie di Carciofo

Foglie di Noce nera

Radice Di Genziana

Foglie e radici di Dente di Leone

Corteccia di ciliegio selvatico

Sarsaparilla

Radice di Liquirizia 

Radice di Calamo

Citrus Peel

 

Agenti Aromatici

Le spezie:

Misto “AllSpice”

Semi d’anice

Anice stellato

Cardamomo

Cannella

Anice verde

Semi di sedano

Coriandolo

Chiodi di garofano

Peperoncini

Bacche di vaniglia

Bacche di ginepro

Noce moscata

Macis

Zenzero

 

Le erbe e i fiori:

Camomilla

Te verde, te nero, te al bergamotto, te olong

Menta

Ibisco 

Lavanda

Lemongrass

Petali di Rose 

Rosmarino

Salvia

Timo

Assenzio 

Origano

Maggiorana

Basilico

Fiori d’arancio

 

La frutta: 

Scorze di agrumi essiccate (Lime, pompelmo, mandarino, arancia, limone) 

Frutta secca (Mele, Fichi, Pere, ciliegie, e uva)

 

Le noci e le nocciole:

Bacche di Cacao

Cacao in polvere

Chicchi  di Caffè

Mandorle  tostate

Nocciole

 

 

  • Scegliere il metodo per l’infusione: il primo consiste nell’unire tutte le botanical all’interno del liquore, lasciandole riposare assieme. L’altro metodo invece consiste nel creare infusioni separate per ogni botanical scelto, per poi filtrarli dalle impurità generate ed unirli successivamente in un’unica bottiglia. Quest’ultimo metodo riesce a mantenere gli ingredienti sotto controllo per ottenere un risultato migliore.

 

  • Procediamo all’infusione con il metodo scelto. Prendere un barattolo ermetico di vetro ed inserire le erbe schiacciate e spezzettate grossolanamente (tutte insieme o in barattoli separati) in infusione nel distillato scelto. Chiudere ermeticamente il barattolo ed agitare forte. E’ consigliato agitare il barattolo 1 o più volte al giorno, annusando ed assaggiando tutti i composti. Per comprenderne l’aroma puoi con un contagocce prendere un po’ di liquido e sfregarlo sulla mano portandolo al naso. 

 

  • Scrivere sempre sul barattolo con una etichetta il contenuto (con dosi) e la data di infusione, in modo che non venga dimenticato o sbagliata la fase del filtraggio. 

 

  • Trascorso il tempo necessario di infusione, filtrare con un panno di tela o in alternativa un colino a maglia metallica ed imbottigliare in una bottiglia con contagocce.

 

  • Lasciare riposare in bottiglia per diversi giorni (1 settimana circa).


  •  Il bitter è ora pronto per essere usato. 

 

 

 

Buon esperimento e divertimento!!