Belli ed instagrammabili! Così si definiscono i drink ad uso di PINK GIN.

Ma che tipo di gin è? Come usarlo in miscelazione?

 

 

Scopriamolo subito!

 

Si dice sarà uno dei trend di quest’estate 2019, perché è fresco e super fotografabile. Scopri tutte le altre tendenze per i cocktail estivi 2019 a questo articolo, clicca qui.

 

Il pink gin si dice sia stato creato da alcuni membri della marina navale inglese, la Royal Navy nella metà del XIX secolo. La prima distilleria che creò un pink gin fu la Plymouth Gin, che usa un pizzico di bitter di angostura, rendendo così il distillato in colore rosato. Il gin rosa di Plymouth Gin è dolce, differentemente dal tipico gin secco che conosciamo. La dolcezza viene resa dal bitter di angostura, seppur amaro, per rendere una maggior piacevolezza al secco gin inglese.

 

Ecco la proposta di Plymouth Gin usando il bitter di Angostura:

 

 

PINK GIN

 

1 Parte di Plymouth Gin

1 Parte di acqua

1 Goccia di Angostura bitter

Scorza di limone come guarnizione

 

I bartender per creare un cocktail con pink gin, possono usare un gin classico incolore e unirlo al bitter di angostura. Oppure usare un pink gin già pronto da servire. Inoltre, si può lasciare la scelta al cliente di determinare la quantità di angostura che vuole nel cocktail, lasciando versare direttamente a lui il bitter.

Solitamente il gin rosa viene servito come un gin tonic con 3 o 4 gocce di bitter di angostura e la restante parte composta da gin ed acqua tonica.

 

 

La composizione più comune è 80 ml di gin e tre gocce di angostura bitter.

Il cocktail, inizialmente prescritto per il mal di mare nel 1824 dal Dott. Johann Gottiebn Benjiamin Siegert, diventa poi molto famoso in Inghilterra nel 1870.

Come tipo di bevuta è un all day drink, ovvero si può consumare durante l’arco di tutta la giornata, per la sua leggerezza e freschezza. È un international cocktail quindi riconosciuto a livello globale.

 

Vediamo ora alcune ricette!

 

 

PINK & TONIC

 

4 cl di Gordon’s Pink

6 cl di lemonade

Ghiaccio

Lamponi e ribes rossi freschi

 

Colmare con ghiaccio un grande calice da vino. Mescolare gli ingredienti e guarnire con lamponi freschi e ribes rossi.

Presenza alcolica: 13 gr

 

Vi sono però anche pink gin italiani, come Malfy Gin, la distilleria di Moncalieri in provincia di Torino. Ed ecco la loro proposta di cocktail con gin rosa:

 

 

 

MALFY GIN ROSA & TONIC

 

Malfy Gin Rosa

Acqua tonica premium

Ghiaccio

Pompelmo siciliano tagliato a spicchio

Un rametto di rosmarino

 

Mescolare Malfy Gin Rosa con acqua tonica premium in un bicchiere pieno di ghiaccio.

Guarnire con una fetta di pompelmo siciliano fresco e un rametto di rosmarino.

 

Un altro campione nella creazione del Pink Gin è sicuramente Beefeater Gin, con la sua linea cool “Pink Your Gin”!

 

 

 

Beefeater Pink Gin è il nuovo vivace gin alla fragola di Beefeater London. Un gin fragola delizioso, facile da bere e divertente prodotto a Londra e basato sulla classica ricetta Beefeater Dry.”

 

I cocktail proposti con e da Beefeater Pink Gin sono tanti, io scelgo qui oggi il PINK DAIQUIRI!

 

 

 

PINK DAIQUIRI

 

60 ml di Beefeater Pink Gin

22,5 ml di succo di lime fresco

15 ml di sciroppo di zucchero

5 fragole fresche

 

 

Frulla tutti gli ingredienti con una pallina di ghiaccio tritato da 6 once. Un drink leggero e fresco, perfetto per la tua estate!

 

Ti sono piaciute le ricette? Lasciami un commento nel box dedicato che trovi qui sotto!

SCOPRI ANCHE GLI ALTRI ARTICOLI DEL MAGAZINE QUI!