Il Moscow Mule o Mulo Moscovita è il drink che viene servito in particolari bicchieri o tazze di rame che al momento del lancio del cocktail facevano parte come completamento. Lo conosciamo tutti, è apprezzato da molte persone ed è particolarmente bevuto in estate! 

 

Ma come nasce questo cocktail?

 

Siamo nel 1947 quando il Moscow Mule viene creato per rilanciare sul mercato americano la famosa vodka Smirnoff, aprendo le porte all’epoca chiamata “Vodka Craze“, ovvero la mania che si sviluppò per il distillato russo che verrà utilizzato nella creazione di tantissimi cocktail. 

 

 

La popolarità della vodka iniziò con la diffusione negli Stati Uniti attraverso la Francia post seconda guerra mondiale. Tuttavia negli anni 50’ la vodka non ebbe un gran successo in America, così si decise di creare una bevanda, il Moscow Mule, realizzato con vodka, lime, ginger beer e servito in un bicchiere di rame, gettando le basi per la mania di bere vodka.

 

La creazione del moscow mule 

 

La storia inizia con tre uomini d’affari che si riunirono a New York, al Chatham Hotel, per decidere la strategia di commercializzazione dei loro prodotti nel mercato americano. Il primo uomo, il signor John Martin, era il responsabile di un importante distributore di bevande alcoliche e cibo, la Heublein Brothers. 

Il secondo invece, Jack Morgan, era il titolare della Cock and Bull Products, azienda produttrice di bibite tra cui anche la famosa Ginger Beer. Jack Morgan era inoltre proprietario di un rinomato ristorante a Los Angeles che portava lo stesso nome della sua azienda.

Infine, il terzo partecipante alla riunione era Rudolf Kunett, nonché il presidente di Smirnoff America.

 

Un incontro quindi d’affari, niente di poetico, ma che diede origine a un cocktail che ancora oggi molti apprezzano e consumano nei cocktail bar. 

 

Il drink Moscow Mule rappresenta quindi un perfetto esempio di collaborazione manageriale tra tre entità di business differenti. Un ottimo co-marketing che ha portato un risultato efficace e stupefacente, poiché in tanti anni ancora consumiamo questo cocktail, non più con gli stessi prodotti d’origine ma ricordandoci comunque della sua avvincente storia. 

 

All’epoca della sua creazione, il cocktail fu subito apprezzato sulla costa ovest d’America, a Los Angeles dove il signor Jack Morgan possedeva il suo ristorante. 

I tre uomini d’affari si ingegnarono anche nella commercializzazione di questo cocktail, con un’eccellente campagna di marketing: acquistarono infatti intere pagine di giornali che riempirono con le foto dei clienti del ristorante di Morgan, allegri e divertiti mentre bevevano i loro Moscow Mule. Ci fu così un grande afflusso di persone nel ristorante di Los Angeles, desiderosi di farsi scattare una foto mentre sorseggiavano il cocktail.

Il tutto veniva condito dall’originale tazza di rame in cui si serviva il drink, un altro elemento di successo che era differente rispetto al passato, poiché fu introdotto un nuovo bicchiere per il servizio dei drink, non il classico tumbler o coppa cocktail.

 

 

Si utilizzò persino l’attore Woody Allen come testimone della campagna pubblicitaria per il Moscow Mule! 

 

 

Un incredibile storia di marketing! E tu conoscevi tutta la vicenda?

 

 

Ricetta Moscow Mule

45 ml di Vodka Smirnoff

120 ml di ginger beer

10 ml di succo di lime fresco

 

Preparazione: in una tazza di rame unisci la vodka e la ginger beer. Aggiungi poi il succo di lime e mescola delicatamente per amalgamare tutti gli ingredienti. Guarnisci con una fetta di lime. 

 

SCOPRI LE ALTRE STORIE DEI DRINK NELLA CATEGORIA “STORIA DRINK”!