Stile urban chic, echi francesi e inglesi, arredato un po’ vintage un po’ retrò, con un grande tavolone in marmo e poltrone di velluto, sto parlando di un locale must a Torino , La Drogheria.

La Drogheria nasce nel 2002 in Piazza Vittorio Veneto, con un ampio staff che oggi conta tantissimi giovani ragazzi che si sentono in famiglia. 

 

Dopo 15 anni, La Drogheria ha deciso di distaccarsi dal solito concetto di aperitivo, che era ritenuto una consuetudine nella città di Torino. Offre oggi una proposta food che va dalle ore 17:00 alle 22:00 dal lunedì al venerdì, mentre nei weekend inizia dalle ore 12:00. Non si tratta di un classico aperitivo a buffet, bensì di un’offerta di tapas e piatti abbinati ai drink, con percorsi a scelta del cliente tra carne, pesce e vegetariano.

Ecco qualche esempio: tartare di spada, olive taggiasche e crescenza La Delicata del Caseificio Ceresa, oppure le ricche tapas creative e colorate! 

 

 

Un locale dunque l’aperitivo e dopo cena che ha anche un intrattenimento teatrale e musicale. Infatti il giovedì sera c’è musica dal vivo, il venerdì e il sabato c’è un dj set con una ballerina circense che realizza delle acrobazie sul cerchio appeso sopra il bancone del bar.

 

 

Il locale è disposto in tre sale differenti, quattro se contiamo anche lo spazio davanti al bancone del bar che risulta imponente poiché è stato ereditato dalla precedente gestione che era un bar dello sport. 

 

 

Le tre sale sono diverse come arredi,  vi è infatti una sala molto ampia e centrale 

con un grande tavolone ad uso conviviale e di incontro tra le persone; vi è una sala più appartata con divanetti, come se fosse un soggiorno di casa, mentre nell’ultima sala moderna e recentemente ristrutturata c’è una video installazione che intrattiene gli ospiti.

 

 

Da pochissimo, a novembre 2019, è stato aperto un secondo locale della stella gestione affiancato al cocktail bar e chiamato “Drogheria Bazar“, che si dedicherà alla vendita di spirits e prodotti di nicchia, anche non alcolici come il cioccolato, le miscele da tè e strumenti per il barman.

 

 

Cosa ho assaggiato? 

 

Scopriamolo subito! La drink list propone un tema all’anno e i cocktail cui ho avuto il piacere di scoprire rappresentano il tema “Drink across the Universe”, spaziando nell’universo astronomico con svariati drink collegati ai pianeti. 

 

 

Il primo drink in assaggio si chiama “Resilience”, semifinalista della Bacardi Legacy 2018 realizzato dalla barman Carola Abrate

 

 

INGREDIENTI “RESILIENCE” DRINK:

Bacardi Carta Blanca

Les Garrigues (vino rosso francese)

Succo di lime

Sciroppo homemade arancia e rosmarino

 

 

In assaggio poi c’è il cocktail “Endurance”, un twist del Daiquiri, realizzato con sciroppo homemade di fiori di garofano ed ananas. 

 

 

INGREDIENTI “ENDURANCE” DRINK:

Rum bianco blended Veritas

Hampden Estate Rum

Sciroppo homemade chiodi di garofano e rosmarino

Succo di lime

Sciroppo homemade mango

 

 

Infine assaggio “Halley”, fresco, citrico e con la presenza amaricante del Bitter Roger di Vecchio Magazzino Doganale e del Vermouth Cocchi

 

 

INGREDIENTI “HALLEY” DRINK:

Vermouth Cocchi Dopo Teatro

Bitter Roger Vecchio Magazzino Doganale

Jefferson Amaro Importante

Sciroppo homemade bitter arancia

Sciroppo homemade bitter pompelmo

Chinotto di Lurisia

 

 

Grazie a tutto lo staff di La Drogheria che mi ha accolto con estrema gentilezza! Ringrazio in particolare Martina Franchini, barmanager, Carola Abrate, Jacopo Lucat head bartender e Paul Canetti. 

 

 

 

La Drogheria

Piazza Vittorio Veneto, 18/D, 10123 Torino TO

Telefono: 011 812 2414

 

Consigliato per: APERITIVI e DOPO CENA

Tipologia e prezzi locale: COCKTAIL BAR e BISTROT 💰💰

VALUTAZIONE COMPLETA BAR

 

SCOPRI GLI ALTRI LOCALI A TORINO QUI!