L’uso degli alcolici ha visto varie evoluzioni storiche, dalla produzione al consumo. Ti sei mai chiesto da dove derivi la parola drink e come nasce? Perchè beviamo nei bar, come si sviluppano? O ancora, da dove hanno origine certi cocktail, come il Sazerac o il mondiale Gin Tonic?

 

Con questo articolo cercherò di spiegare, attraverso le parole e la cultura letta sui libri, le prime trasformazioni da puro alcol usato come rimedio medicinale ad alcol miscelato per la creazione dei primi cocktail. 

 

Sei pronto? Partiamo!

Il Dr. Samual Latham Mitchill, avvocato nell’1800 per la regolazione delle libagioni, in un discorso negli anni 20′ dell’800′ contro l’alcol, narrò la preoccupante routine alcolica di molte persone della popolazione dell’epoca. 

 

 

Quali erano queste abitudini alcoliche?

 

Un bicchiere di gin appena svegli per eliminare l’alito cattivo, o in alternativa si poteva usare un cordiale distillato o un goccio di amaro.

Si proseguiva poi con un “Pleghm-cutter” (uno stronca flemma) che puliva le mucose della gola, alleviava la raucedine e facilitava la deglutizione: si usava un Egg Nog o un Mint Julep 

Se proprio eri distrutto dalla sera prima se avevi fatto i balordi, allora potevi assumere uno “Spacca bile”, con un bel Grog caldo, un Rum flip, un Punch in alternativa o un semplice drink con rum e miele più un goccio di amaro.

Infine, se proprio non riuscivi ad alzarti dal letto, il rimedio era un bel vino caldo aromatizzato con tanto ma tanto gin o whiskey, chiamato il “Cura-Tutto”!

 

 

E dai che ti servono i farmaci quando hai tutte queste varianti in alcol?

 

Sto scherzando ovviamente, sarebbe impossibile sopportare una routine alcolica del genere al giorno d’oggi… o no? 

Nell’ 800’ poi, epoca in cui si iniziano ad esplorare i territori del west d’America, come l’Ohio, il Kentucky, il Tennessee e Illinois, dopo viaggi estenuanti alla ricerca disperata di condizioni di vita migliori o di commercio, i viandanti trovavano nell’alcol un grande conforto. 

Fu così che in questo periodo nascono i drink miscelati, che accompagnavano le persone lungo gli infiniti viaggi attraverso le lande ad ovest..

 

 

Ma come i “drink”, bevande dell’epoca, passano ad essere bevuti come cure mediche e/o per sostegno fisico ai viandanti a bevande da relax e condivisione sociale?

 

Con il concetto e la nascita dei saloon, ovvero luoghi in cui ci si appartava e ristorava e in cui venivano servite le bevande alcoliche miscelate.

I saloon inizialmente erano tendoni e capanne immerse nel fango. Diventarono poi dei posti attrezzati simili ai pub. 

 

 

E fu così che gli alcolici passano da essere consumati per strada come conforto per i grandi viaggiatori, ad essere bevuti nelle prime forme di drink miscelati nei saloon, come usanza di ritrovo sociale.

 

Ma quando nascono i primi saloon? 

 

 

Nei pressi della Santa Fe Trail, punto di collegamento tra Missouri con il New Mexico, c’era l’United States Hotel di Santa Fe che dava rifugio a tanti viandanti e malviventi, colmando la loro sete. L’United Hotel di Santa Fe in New Mexico non era proprio un hotel ma piuttosto una roadhouse con un barman che serviva curiose bevande chiamate “gin cocktail”.

 

 

Un giornalista ed artista, un certo George Douglass Brewerton, nel 1848 riporta una descrizione del locale e del barman-proprietario che vi era all’epoca all’United Hotel di Santa Fe con queste parole: 

 

“Durante l’estate del 1848, ricordo lo “United States Hotel” come un lungo e basso edificio di mattoni rossi, con bianche pareti, piccole finestrelle e un pavimento in terra battuta; il locatore e proprietario era un certo Mr.Ebenezer Spindle, un uomo le cui lunghe braccia, le lunghe gambe, il gran naso e il viso cadaverico l’avevano reso fenomeno del vicinato, così che avevano pensato bene di rivolgersi a lui chiamandolo “Long Eben” (…) Una volta entrato nella sala comune, trovai Long Eben impegnato nella creazione di una curiosa bevanda composta, nota tra i neofiti come “gin cocktail”. 

 

United Hotel Santa Fe oggi

 

La cultura sui cocktail così piano piano inizia a svilupparsi e nonostante in America prevalesse il whiskey e il rum come alcolici, tanti e tanti cocktail a base di gin furono inventati tra le strade di New York e San Francisco, come proprio il Martinez … 

 

LA STORIA CONTINUA…

 

Resta aggiornato sugli articoli del Magazine iscrivendoti alla newsletter qui sotto! 

 

SCOPRI ANCHE GLI ALTRI ARTICOLI DEL MAGAZINE QUI!