Drink e Cinema? Perchè no?

 

Diversi sono i drink dedicati al cinema, risultando una bella accoppiata vincente!

 

 

Riprendono le avventure nel mondo del beverage associato al cinema, oggi in tema anche autunnale!

 

Dopo Demon in a bottle, questa volta la creatività spetta alla barlady Giulia Castellucci, bar manager e comproprietaria di Co.So. di Roma.

Ti presento il drink “Milano da Bere” ispirato al film “Lo Spietato”, di Renato De Maria, 2019, con Riccardo Scamarcio. 

 

 

INGREDIENTI

30 ml Ginepraio

30 ml bitter Martini

40 ml Amaro Ramazzotti

10 ml china

Scorza arancia e scorza limone

 

 

 

Bicchiere: coppetta Martini

Garnish: olii essenziali di limone

 

Preparazione: Versare tutti gli ingredienti in un cobbler shaker, aggiungere scorza di limone, scorza d’arancia, ghiaccio e shakerare vigorosamente. Versare il contenuto in una coppa Martini e guarnire con olii essenziali di limone.

 

 

Ecco le parole di Giulia Castellucci che spiega la creazione di questo drink:

 

“Omaggio agli anni Ottanta e in particolare modo alla “Milano da bere”, caratterizzata dalla percezione di competizione arrivista dei ceti sociali emergenti. Il protagonista del film “Lo Spietato”, è Santo Russo, interpretato da Riccardo Scamarcio, un impietoso criminale della ‘Ndrangheta, che rappresenta in pieno la figura di giovane rampante tipica degli Anni di Piombo. Questo drink non solo vuole ricordare quegli anni, con il gin toscano Ginepraio, il bitter Martini, la china e l’amaro, per sottolinearne il carattere amaro e deciso, come Santo, ma vuole anche rendere omaggio al celebre slogan pubblicitario “Milano da vivere, da sognare, Milano da bere”, che diede, appunto, il nome a quest’epoca.”

 

 

 

SCOPRI ANCHE GLI ALTRI ARTICOLI DEL MAGAZINE QUI!