È un distillato di cereali non invecchiato, nato in Polonia, anche se la Russia reclama la paternità.. È un prodotto di origine contadina, dunque povero, preparato spesso in casa. Ha origine dall’uso della patata inizialmente, poi si preferì la segale, un cereale celtico che poteva essere facilmente coltivato in terreni freddi. Spesso il distillato veniva diluito con acqua e usato all’epoca come disinfettante per le ferite.

 

 

I primi distillati di vodka erano realizzati con l’impiego delle patate e per coprire i difetti produttivi era usanza usare molti aromi. Le primissime Vodka veniva aromatizzate con il succo di limone e zucchero, prendendo il nome di “Lemonnaya”, o con spezie, “Okhotnichyae”, oppure ancora con pepe nero e peperoncino, chiamate “Pertsovka”.

 

 

Come si serve la vodka? Prendi un bicchierino ghiacciato a -18º, versa la vodka nel bicchierino e guarnisci con frutta fresca a parte, fetta di lime o cetriolo. Alcuni sostengono che la vodka però dovrebbe essere servita a 7 o 8 gradi.. Auguri se la degustate!

 

 

 

 

TI E’ PIACIUTO L’ARTICOLO? SCOPRI ANCHE GLI ALTRI DISTILLATI CLICCANDO QUI!!